San Celestino V – La scorta dei Templari


Una data storica, un’emozione indicibile: 29 maggio 2011. Una folta delegazione di Dignitari e Cavalieri Templari dell’Ordine Sovrano Militare del Tempio di Jerusalem – Gran Priorato d’Italia, aderente all’UNITAU – ha scortato le spoglie di San Celestino V, Papa Templare, nel giorno del suo ritorno a Sant’Angelo di Alife. Ritorno nel luogo dei suoi natali, secondo la ricostruzione dello storico Domenico Caiazza, che, stando al Liber pontificalis, ha dimostrato come il Papa Santo fosse nato in Sant’Angelo di Terra di Lavoro (identificabile con Sant’Angelo di Rupecanina, attualmente territorio dei Comuni di Raviscanina e Sant’Angelo di Alife).

San Pietro Celestino ha ricevuto l’abbraccio caldo della gente semplice, della sua gente, tra le sue montagne. Monti e vallate che Egli amava, di cui conosceva gli anfratti più nascosti in cui si ritirava a pregare, sentendosi, in quel meraviglioso silenzio, più vicino al Signore, immerso in Lui.

La salma di Celestino V, il Papa del gran rifiuto, l’uomo santificato dopo appena 13 anni dalla sua morte, è stata accolta con trasporto, devozione ed entusiasmo dalla comunità dei fedeli all’ingresso del paese. Un ritorno preannunciato in una conferenza stampa dal sindaco di Sant’Angelo d’Alife, Crescenzo Di Tommaso, insieme al parroco Don Mario Rega, al vice sindaco Michele Caporaso , all’assessore Franco D’Aniello ed al presidente del Consiglio Pastorale Alfonsina Natale.

“Un grande evento per Sant’Angelo d’Alife – è stato il commento il sindaco Di Tommaso- che ha avuto l’onore di accogliere una figura così eminente della storia della Chiesa“.

Un evento reso possibile dalla lunga amicizia tra il parroco Don Mario Rega e Don Nunzio, Rettore della Basilica di Collemaggio, favorito dal gemellaggio del comune santangiolese con la città de L’Aquila.

Le spoglie del Santo, attualmente custodite a L’Aquila, all’interno della Basilica di Collemaggio dove sono miracolosamente scampate al crollo delle volte durante l’ultimo terremoto, sono arrivate a S. Angelo d’Alife dopo l’omaggio delle comunità dei paesi del comprensorio matesino che hanno voluto partecipare attivamente  allo storico evento.

I resti mortali di Celestino V sono stati esposti alla pubblica venerazione nella Chiesa di Santa Maria della Valle in Sant’Angelo d’Alife al termine di una solenne celebrazione alla quale  ha assistito una folla commossa ed entusiasta di fedeli.

La traslazione della salma, che rientra nella peregrinatio delle reliquie, è stata concordata fra l’arcivescovo de L’Aquila Monsignor Giuseppe Molinari e il vescovo di Alife, Monsignor Valentino Di Cerbo che ha celebrato la S. Messa al termine della processione alla quale hanno partecipato i sindaci dei Comuni del comprensorio che, con la loro autorevole presenza istituzionale, hanno conferito spessore ed ufficialità alla solenne e storica manifestazione.

La cerimonia si è svolta in un clima di festosa partecipazione, grazie all’organizzazione curata da numerose Associazioni presenti sul territorio, tra le quali la Pro Loco santangiolese, il Gruppo Quelli che.., Gruppo Folk, Pro Loco Arcangelus, Centro Studi Aligerno, Azione Cattolica, Forum Giovani.

Presenti anche i delegati di tutte le Armi e delle Forze dell’Ordine e,  tra gli altri, anche i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Vairano Patenora: il Ten. Francesco Di Sano, presidente della Sezione dell’ANC di Vairano Patenora; Car. Antonio Di Sano, Segretario; M.C. D’Ambrosio Luigi Michele, Consigliere; Brig. Capo Grande Antonio, S.Ten. Bianco Antonio, Car. D’Angelo Pasquale e App. Scelto Vessella Raffaele.

Al termine del rito religioso, i fedeli hanno devotamente reso omaggio a San Pietro Celestino, sostando emozionati e commossi davanti alla teca del Papa.

Armando Pannone

URL breve: http://notizietemplari.com/?p=1095

Scritto da il 10 giugno 2011. Registrato sotto Eventi, Ultimissime. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Sia i commenti che il pings sono chiusi.

Commenti terminati

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Accedi | by cly67